Dieta chetogenica: cosa c’è da sapere

Chetosi, dieta chetogenica, protocollo dietologico: come orientarsi nella giungla di informazioni che riguardano la dieta proteica?

Una delle domande più gettonate sulla dieta chetogenica è “funziona o non funziona?

È importante ricordare innanzitutto che “La chetogenica è una delle poche diete testate scientificamente, perché è nata per fini terapeutici”, come sottolinea la dottoressa Cristina Robba, nefrologo e nutrizionista del Policlinico San Marco e di Smart Clinic Le Due Torri.

Tocas è un’azienda presente sul mercato degli integratori da più di 10 anni e su tutto il territorio italiano in farmacia e parafarmacia. Con un team di nutrizionisti ha ideato un protocollo dietologico semplice e efficace, con lo scopo di accompagnarti verso un nuovo stile di vita.

Pronto a saperne di più sul metodo Tocas? Iniziamo!

alimentazione chetogenica

Il protocollo dietologico Tocas

La dieta chetogenica prevede una bilanciata ridistribuzione dei macros e un apporto calorico totale inferiore a 800 Kcal. È importante dunque assumere integratori che hanno la funzione di supportare il processo di dieta proteica.

Il protocollo dietologico Tocas, studiato e ideato da un team di nutrizionisti, permette di raggiungere il tuo obiettivo, la perdita di massa grassa preservando massa magra. Il dimagrimento infatti non compromette l’elasticità della pelle, permettendo di mantenere un corpo armonioso.

Il team Tocas ha studiato un percorso che comprende una serie di integratori da assumere durante tutte e due le fasi:

  • Tocaslim nei gusti cioccolato e nocciola, caffè e arancia
  • Tocasvit
  • Dryup nei gusti ananas, pesca e mirtillo
  • Easythin + Brucia Calorie
  • Shaker
  • Protocollo dietologico

Il protocollo dietologico fornisce le linee guida essenziali da seguire per raggiungere il tuo obiettivo e, con il supporto tecnico e psicologico dei nostri nutrizionisti, perdere il peso in eccesso e “ritrovare la versione migliore di te”.  

Tocaslim: l’alleato perfetto per il tuo benessere

Arancia, caffè, cioccolato e nocciola: Tocaslim è l’integratore che ti accompagna durante tutta la fase di attacco: aiuta a ridurre il senso di fame, a indirizzare il dimagrimento sulle adiposità localizzate e a mantenere preservata la massa magra.

A base di proteine isolate del siero del latte, è caratterizzato da una serie di componenti che aiutano a controllare e regolare le diverse attività dell’organismo, contribuendo ad affrontare il percorso di dimagrimento con sicurezza e serenità.   

dieta chetogenica

Dieta chetogenica: le origini 

È un dato di fatto: la dieta chetogenica (nota come VLCD, Very Low Calories Ketogenic Diet) permette di ottenere un rapido dimagrimento a carico della massa grassa. Ma non dimentichiamo che di pari passo alla componente estetica è da considerare soprattutto il fattore salute.

Diversi studi hanno confermato nel corso degli anni che il protocollo alimentare chetogenico permette il controllo di alcune patologie come l’epilessia. Inoltre è indicata per persone con diabete di tipo 2 e in alcuni studi sono stati riscontrati benefici in caso di Parkinson e Alzheimer.

I corpi chetonici sembrano infatti avere una funzione terapeutica sulle malattie neurodegenerative: si ipotizza che i chetoni possano proteggere i mitocondri, che indeboliti dalla malattia contribuiscono alla morte dei neuroni dopaminergici.

La dieta proteica in due fasi  

La dieta chetogenica (keto diet o ketogenic diet in inglese) prevede una drastica riduzione dei carboidrati con aumento della quota proteica e soprattutto della quota lipidica. Il diverso bilanciamento dei macronutrienti spinge il corpo a utilizzare come fonte di energia i grassi: in mancanza di zuccheri le cellule cominciano a utilizzare le riserve di lipidi. Le cellule nervose non hanno però questa capacità. Scatta la formazione di corpi chetonici, utilizzabili anche dalle cellule nervose.

Ma quali sono le fasi che portano il nostro organismo a entrare in chetosi?

  • La prima fase, quella di attivazione e attacco, dura 10-20 giorni. Può essere caratterizzata da stipsi, alitosi e stanchezza. In mancanza di zuccheri quindi, l’organismo utilizza le risorse lipidiche a disposizione. Si attiva così il processo di chetosi che coincide con una forte sensazione di benessere caratterizzata da una grande energia.   
  • La seconda fase, definita “di mantenimento”, prevede la transizione verso uno stile di vita più sano e equilibrato.

Fonti:

https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/lesperto-risponde/dieta-chetogenica-di-cosa-si-tratta

https://www.naturalebio.com/blog/dieta-chetogenica-benefici-controindicazioni

https://www.grupposandonato.it/news/2019/ottobre/dieta-chetogenica-per-dimagrire-esperta-spiega-cos-e-come-funziona

https://www.ecofarma.it/blog/notizie/dieta-chetogenica-come-dimagrire-in-21-giorni.html

https://www.idoctors.it/articolo/la-dieta-protei/251/8

https://www.parkinson.it/dietetica/il-potenziale-ruolo-terapeutico-dei-corpi-chetonici-nella-malattia-di-parkinson.html